L’AMORE VERO ESISTE? [E PUÒ DURARE X SEMPRE?]

agosto 13, 2017Coppia, Eleonora Ievolella

L’altro giorno ero sul lago con Alberto e Lorenzo, vicino a noi una famiglia composta da mamma, papà e due bambine che avranno avuto un paio d’anni di differenza: la più piccola sui tre anni circa e la più grande sui cinque. Ogni tanto buttavo l’occhio a guardarli anche per capire se Lorenzo poteva eventualmente aggregarsi e giocare con le bimbe e trovare un po’ di compagnia. Stranamente i genitori  non avevano nessuna intenzione di socializzare con noi, di solito quando hai bambini di età simili si scambiano sempre due parole.
A un certo punto, mentre le bambine giocavano in riva al lago, vedo i loro genitori, seduti sul bagnasciuga poco più in là, iniziare ad amoreggiare baciandosi sulla bocca e parlando con i visi uno attaccata all’altro.

“Che strano”, mi sono detta “una coppia di genitori con due figlie che sembrano ancora due innamorati”. Continuo a guardarli con un po’ di invidia e inizio a svalutare la mia relazione con Alberto pensando che noi non siamo più così da mo’!
Mentre Alberto e Lorenzo vanno a pendere un toast al bar, inizio a scrutare meglio la famiglia e, come tanti tasselli di un puzzle che si uniscono, capisco come stanno realmente le cose: i due non sono marito e moglie e la figlia grande è della madre mentre la piccola del padre. Visto i fisici aitanti dei due senza un filo di grasso potrebbero essere due genitori separati che si sono conosciuti in palestra.

Ora tutto torna. I due amanti sono felicemente nella fase dell’innamoramento che, immancabilmente, finirà.

A un certo punto lei si sdraia provocante in topless sotto l’ombrellone e lui le fa piccoli massaggi. Le bambine un po’ si stuzzicano e un po’ giocano insieme.
Tornano Alberto e Lorenzo dal bar con il bottino, mentre addento famelica un toast per niente salutare, racconto sollevata ad Alberto la mia storia ricostruita da brava detective: lui ascolta non troppo interessato, io invece sono sempre incuriosita dalle dinamiche di coppia e la mia scoperta conferma in pieno le mie teorie e gli studi fatti.

L’innamoramento è una fase che non dura: se si vuole essere sempre innamorati bisogna cambiare costantemente partner.

Ma conviene cambiare partner?

Cosa vogliamo dalla vita e dall’Amore?

Secondo i miei studi (Krishnanada, Thich Nhat Han, Pierrakos) tutte le coppie attraversano tre fasi:

1-  INNAMORAMENTO E IDEALIZZAZIONE

Questa è la fase alla Romeo e Giulietta: l’altra persona è “L’amoredellanostravita”, ci sentiamo amati e unici e l’altro è perfetto praticamente privo di difetti. Tutta la vita ci sorride, ci sembra di avere finalmente realizzato i nostri sogni.

Viviamo in uno stato di grazia.

Il sesso è qualcosa di irresistibile e fantastico, facciamo l’amore tutti i giorni o quasi. Immaginiamo viaggi, case, progetti di vita, figli.

“Siamo la coppia più bella del mondo e ci dispiace per gli altri…” nel senso che effettivamente le altre coppie non ci sembrano speciali come noi: litigano e sono annoiate…noi sì che siamo fortunati ad aver incontrato l’uomo o la donna della nostra vita. Facciamo paragoni continui con i nostri partner precedenti che hanno tutti i difetti del mondo, mentre il nostro partner attuale è perfetto. Questa fase in genere può durare massimo massimo 3 anni, ma di solito dura molto meno.

 

2- REALE CONOSCENZA DELL’ALTRO E SCOPERTA DEI SUOI DIFETTI

Nella seconda fase iniziamo a vedere che anche l’altro ha dei difetti, viviamo sentimenti di profonda delusione e frustrazione perché ci sembra che l’altro ci abbia ingannato, in realtà eravamo noi che avevamo idealizzato la persona amata.
Viviamo alternanza tra amore e odio: certe volte ci sembra che l’altro sia tornato il nostro principe azzurro, altre volte minacciamo di mollarlo perché ci ha deluso, perché ha dei difetti tremendi che prima non c’erano.

Sessualmente iniziano i problemi: uno dei due partner non ha più così tanta voglia di avere rapporti, l’altro si offende e non si sente amato. Talvolta a letto l’uomo non riesce ad eccitarsi più o la donna si chiude e da pantera allupata diventa agnellino indifeso.

I problemi aumentano e in questa fase:

  • – il 50% circa delle coppie si lascia…
  • – il 30% rimane insieme facendo finta che i problemi non esistano, nascondendo la testa sotto la sabbia e accontentandosi di briciole del rapporto che aveva sempre sognato…
  • – il restante 20% si rimbocca le maniche e si apre all’altro, magari fa grandi litigate, ma riesce a esprimere il suo disagio, la sua delusione, i suoi desideri.

Per questo 20%  inizia così la vera fase di scoperta dell’altro: cadono le maschere e le protezioni e ci si avvicina sempre di più verso un mostrarsi e conoscersi autentico.
Se la coppia è rimasta insieme questa fase può durare anni e anni con picchi di crescita e momenti in cui si torna indietro, gioia e delusione, sessualità intima e profondamente appagante e completo calo del desiderio. Una sorta di montagne russe e di scalata alla vetta.

 

3- AMORE VERO E ACCETTAZIONE INCONDIZIONATA

Le coppie che riescono a superare le montagne russe e a salire la vetta arrivano all’Amore Vero.

L’altra persona ormai fa parte di noi, tutto ci è familiare pregi e difetti, non siamo così interessati al suo aspetto fisico se ha la pancia o la cellulite, se perde i capelli o non ha fatto la tinta. Il corpo della persona amata è familiare come il nostro, non deve essere perfetto, è lì a fianco a noi e ci basta: ci dà sicurezza con le sue imperfezioni.
Si fa l’amore meno spesso ma l’intensità è maggiore: non c’è l’esibinzionismo della prima fase, nè le critiche della seconda fase, si fa magari a occhi chiusi al buio e il corpo e l’anima sono finalmente insieme.

Si progetta una vita insieme anche nella vecchiaia e si spera che duri il più possibile. Si desidera che l’altro sia felice, che si realizzi e stia in salute. Spesso i partner pensano contemporaneamente le stesse cose e hanno le stesse intuizioni. Alcuni dicono che le coppie così si assomigliano pure fisicamente, in qualche modo.

 

Certo tutti vorremmo che la fase dell’innamoramento con le sue scintille durasse per sempre, o vorremo passare direttamente all’Amore Vero.

Il fatto è che nulla nella vita è così semplice e che ci vuole tanta ma tanta buona volontà per costruire un bel rapporto: bisogna passare dall’inferno e dal purgatorio e bisogna essere in due a volerlo. Solo allora si potrà godere la vetta del paradiso… senza però dare mai niente per scontato.

Io oscillo ormai da tempo tra la fase 2 e la 3: direi che sono quasi sempre nella 2 e certe volte ci sono magici momenti di fase 3, spesso sono troppo impaurita per fidarmi veramente e lasciarmi andare godendomi la Vetta.

Per raggiungere l’Amore bisogna superare la Paura di svelarsi ed essere sé stessi e bisogna riempirsi di Gratitudine per l’essere Unico che abbiamo al nostro fianco e che, forse, dovremmo amare di più.

 

Finiti i toast recuperiamo le nostre cose, ombrellone, passeggino, asciugamani, giochi vari e ci dirigiamo a casa, ma prima dò un ultimo sguardo a quella nuova coppia: spero per loro che riusciranno a passare alle fasi successive e… spero per me di smetterla di confrontarmi agli altri….;)

Eleonora

 

 

 

P.S. Se vuoi approfondire le dinamiche di coppia dai un’occhiata alla sezione dedicata nei libri consigliati!

 

Seguici su Facebook

COMMENTI

Sonia

Queste parole sono bellissime e molto illuminanti, come chi le ha scritte.

Nicoletta

Che riflessioni vere e profonde, esposto con semplicità e con autenticità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *