COME VINCERE LA PROCRASTINAZIONE


Una parola che va molto di moda in questo periodo è “procrastinare”… sembra il nuovo male dell’epoca moderna.

Abbiamo moltissime cose da fare ma le rimandiamo continuamente e perdiamo tempo in passatempi inutili come stare sui social, leggere notizie più o meno importanti, o attaccati a qualche serie tv. Chi ha famiglia poi sa che il tempo da dedicare a se stesso e ai propri progetti è veramente pochissimo: sistemare la casa, stare dietro ai figli, al lavoro. I nostri progetti però ci rendono vivi, ci danno un senso di finalità nella vita. Avere dei progetti creativi è molto importante. È importante però anche il riposo, e l’ozio: momenti in cui si ricaricano le batterie e in cui emergono nuove idee.

Come far stare tutto in una giornata di 24 ore?

Da quando è nata la mia seconda figlia Luce, che adesso ha un anno, mi sono trovata di nuovo subissata da mille cose da fare e non riuscivo nemmeno a trovare il tempo per lavarmi i capelli. Quando era appena nata, e dormiva molto anche di giorno, ero però riuscita a cominciare a scrivere un libro sulla gravidanza, ma dopo il primo sprint iniziale mi sono trovata a mollare lì il progetto per dei mesi. Quando avevo qualche idea mi dedicavo ai post del blog e mi raccontavo che in questo momento non potevo dedicarmi al libro perché proprio non avevo tempo

Quest’estate, su consiglio di Alberto, ho letto il libro di Giuliodori “Riconquista il tuo tempo” e grazie a lui ho capito che a livello inconscio mi sentivo bloccata perché avevo mollato lì il mio libro

Poi un giorno ho avuto una piccola illuminazione…

Ma quando mai troverò il tempo per scrivere questo libro? Quando Luce andrà all’asilo ci sarà Lorenzo con i compiti della prima elementare, poi bisognerà portare i bambini alle varie attività, ci sarà sempre la casa da sistemare, la spesa da fare, i capelli da lavare… non finirò mai il mio libro!” 

Per chi lavora in ufficio in qualche modo è più facile dividere il tempo per se e quello per il lavoro, ma se lavori da casa la procrastinazione è sempre dietro l’angolo. Per esempio io prima di mettermi a scrivere voglio sempre che la casa sia in ordine. Poi quando ho 5 minuti di tempo la tentazione di dare un’occhiata a facebook, o alle news sul telefono e ai messaggi whatsapp è forte. 

Insomma è dura. 

Queste due piccole prese di consapevolezza però mi hanno fatto capire due cose: 

1- Per me era importante riprendere in mano il mio progetto. 

2- Dovevo trovare un modo per riprenderlo ADESSO.

Ok avevo chiaro il cos’era importante fare ma come attuarlo? 

Allora mi è venuto in mente che Leo Babauta, il famoso blogger di Zen Habits, svela un piccolo e fondamentale segreto per vincere la procrastinazione: quando ti svegli dedica subito del tempo al tuo progetto principale e fa che dedicarti ad esso sia la priorità 1 della tua giornata. 

E così ho fatto: tutte le volte che Luce si addormentava tiravo fuori l’ipad e mi mettevo a scrivere il libro. 

Ho notato che basta essere costanti: lavora anche solo mezz’ora al giorno, ma tutti i giorni!

E in poco tempo ho visto che le pagine aumentavano, aumentavano e avevo quasi finito il libro. 

Ti consiglio di munirti di un’agenda e di scrivere quali sono i tuoi progetti più importanti da qui alla fine dell’anno. Poi scegli il tuo progetto numero uno, fissa una data di scadenza e dedicaci il primo tempo disponibile nella tua giornata. Giorno per giorno elenca nell’agenda le cose da fare: il tuo progetto sarà al primo posto e poi ti dedicherai in ordine di importanza al resto.

Quindi se scrivere il libro è il tuo progetto 1 prima farai quello e dopo sistemerai la casa, ti laverai i capelli, telefonerai all’amica, controllerai la posta ecc.

Il segreto per la riuscita di questa tecnica è dedicare solo poco tempo al giorno: 20 minuti, mezz’ora non di più. Man mano ti renderai conto che essendoti “tolta” il macigno principale dall’inconscio farai tutto il resto con più leggerezza.

Se aspettiamo il momento in cui tutto, assolutamente tutto è pronto, non inizieremo mai.

(Iván Turguénev)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *