UNA QUESTIONE DI VIBRAZIONI

Quando Anita Moorjani ritornò nel suo corpo, dopo aver avuto un’esperienza di premorte, sapeva che sarebbe guarita dal cancro che l’aveva devastata portandola alla morte. Sapeva che l’esperienza transpersonale che aveva vissuto l’aveva illuminata a tal punto da farla guarire. E così fu: il cancro scomparve e nel giro di un paio di mesi si rimise completamente. Era il 2007, oggi Anita, dopo aver scritto due bellissimi libri, tiene conferenze in tutto il mondo, e aiuta moltissima gente a stare meglio con i suoi messaggi. Ciò che ha innalzato in lei così tanto il livello spirituale e energetico è avere acquisito la consapevolezza di essere Amore, del fatto che l’Universo (o Dio) ci ama e che tutto nella sua vita aveva avuto un senso, anche la malattia. Anita ha inoltre dissolto ogni paura della morte perché, avendola vissuta in prima persona, ha sperimentato uno stato di pace e Amore infinito. La sua esperienza sta a dimostrare che a un certo livello di vibrazioni energetiche e spirituali la malattia scompare. In molti suoi video Anita afferma che il preludio alla malattia è un’energia bassa, una vita stressata, una vita permeata dalla paura e priva di amore, soprattutto per se stessi. 

Anche David Hawkins analizzò le vibrazioni energetiche/spirituali degli uomini e creò una tabella matematica dove elencò i livelli in cui si trovano le persone oggi sulla terra, dal gradino più basso al più alto. Al principio della scala c’è il livello energetico 20 che corrisponde alla vergogna (livello vicino alla morte) poi si passa a livelli intermedi fino ad arrivare al gradino il più alto di vibrazione energetica 700-1000, che è il livello dell’illuminazione. La maggior parte della popolazione sta tra il livello 100, che è la paura, e il livello 125 che corrispondente al desiderio. Pensate che il livello 500 che corrisponde all’Amore incondizionato ed è occupato solo dal 4% della popolazione mondiale. Io penso di aver conosciuto una persona che è al livello Amore: un capo spirituale Sufi che vive in Senegal. Quando siedi vicino a una persona che ha quel livello di energia spirituale ti senti benissimo, vieni pervaso, quasi per osmosi, da un senso di pace e di amore profondo. Chiaramente, quando ti allontani e ritorni alla tua vita comune, torni al tuo livello energetico di sempre. Il livello 600 corrisponde alla Pace, penso che il maestro zen Thich Nhath Han sia a questo livello, probabilmente anche il Dalai Lama. L’ultimo livello, cioè l’illuminazione era quello che avevano Gesù,  Buddha, e Krishna. 

In base alle nostre “onde vibrazioniali” possiamo essere felici, in pace e in salute, o possiamo essere inclini alla tristezza e alla malattia. 

Certo, ognuno di noi nasce con un livello di un certo tipo e le sue esperienze infantili fanno sì che l’energia alta che hanno i bambini diminuisca o rimanga inalterata (o più raramente cresca). 

Se le nostre ferite sono molto profonde è probabile che ci vogliano anni di psicoterapia e di pratica spirituale per far salire il nostro livello di consapevolezza e di energia. 

In questo periodo di quarantena la cosa migliore che possiamo fare è alzare le nostre vibrazioni per godere di una maggiore salute e per avere più forza fisica, ma anche psichica, per affrontare la vita di tutti i giorni. Il mondo dei media che ci avvolge di paura abbassa tremendamente le nostre vibrazioni per cui la cosa più sbagliata che possiamo fare è stare attaccati alle news tutto il giorno. 

Vediamo invece alcuni rimedi per alzare le nostre vibrazioni:

– fare arte (dipingere, suonare, ballare, cucire, cucinare…)

– prendere il sole – fare attività fisica (se non si può usciere si può fare mezz’ora di yoga al giorno)

– mangiare sano (frutta, verdura, cereali integrali, semi, frutta secca)- bere molta acqua

 – ascoltare musica – guardare bei film- leggere dei bei libri 

– abbellire e sistemare casa- fare un bel bagno rilassante

– buttare via cose vecchie e pulire la casa e i balconi

– sentire amici e parenti che amiamo

– inventare qualche cosa che possa aiutare gli altri mettendo al servizio delle altre persone le nostre capacità

– avviare un progetto creativo (scrivere un libro, preparare un corso, fare un video ecc)

– pregare e/o meditare- dormire bene

Ciò che invece abbassa le vibrazioni è:

– mangiare cibo spazzatura e troppi dolci

– stare attaccati alle news e ai social

– immaginare scenari catastrofici- lamentarsi

 – criticarsi

 – vivere nell’attesa che questo momento passi- stare tutto il giorno a letto

– guardare film angoscianti 

Ritornando ai punti che innalzano le nostre vibrazioni ricordiamo che l’energia Universale è un’energia di Amore per cui se riusciamo a sintonizzarci con l’Amore riusciremo ad alzare la nostra vibrazione.

Una meditazione semplice è quella di sdraiarsi sul pavimento o sul letto e mandare Amore ad ogni parte del nostro corpo, iniziando dalla punta dei piedi, fino al arrivare alla cima della testa, ripetendo le parole “amore, amore, amore”.

È importante, quando ci rendiamo conto di avere vibrazioni basse, di alzarle prendendoci prima di tutto cura di noi.

L’amore che dai ti torna indietro per cui quando fai un atto di amore per gli altri hai già innalzato un po’ la tua energia è inizierai già a stare meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *