PRATICHE MATTUTINE

In questo periodo post quarantena e di ansia da Covid ci possiamo sentire stanchi, privi di energia, depressi. Quello che è successo è stata un’esperienza talmente sconvolgente che molti di noi potrebbero sentirsi spaesati e soprattutto senza obiettivi. La situazione è incerta e molto confusa, è difficile sapere cosa succederà domani e questo clima generale contribuisce ad abbassare il nostro livello di energia. 

Per fare fronte a questo periodo bisogna cercare di inserire delle pratiche giornaliere che ci aiutino a ritrovare forza e gioia di vivere. Condividerò con voi quelle che ho trovato più utili in anni di lavoro personale e che ho ripreso a fare ultimamente: come altre volte in passato queste pratiche mi stanno aiutando a ricaricarmi dopo un periodo difficile.

La prima cosa da fare è alzarsi un’ora prima al mattino. Anch’io come molti di voi sono “un gufo’ e amo dormire la mattina mentre la sera starei alzata fino a tardi, ma in questo periodo ho dovuto cambiare abitudini. Siccome non è salutare dormire di meno bisognerà andare a letto un’ora prima.

– Appena sveglia bevo mezzo bicchiere d’acqua a temperatura ambiente e faccio i 5 tibetani. I cinque tibetani sono delle posizioni yoga che aiutano a far funzionare bene tutti i chakra. Si comincia con tre ripetizioni per posizione e nel tempo, e con l’allenamento, si arriva a farne 21. Alla fine del post inserisco un link in cui potere vedere i video di spiegazione degli esercizi e la storia affascinante di questa pratica molto antica. (A seconda delle ripetizioni questi esercizi possono durare da 5 a 15 minuti circa).

– Finiti gli esercizi mi siedo davanti al mio tempietto e accendo una candela. Suono la campana tibetana e faccio delle preghiere. Leggo infine una regola del Decalogo di Assagioli (il fondatore della Psicosintesi, che inserirò in un post successivo). (Durata: 5 minuti circa).

– Finite le preghiere scaldo dell’acqua e la metto in una tazza, senza tisane o the. Su suggerimento del mio massaggiatore ayurvedico bevo quest’acqua calda che aiuta sia l’intestino che a sciogliere il catarro. (Durata: 2 minuti circa per la preparazione).

– Mentre sorseggio l’acqua scrivo le “Pagine del mattino” (pratica presa da “La via dell’artista” di Julia Cameron): riempio tre pagine di un quaderno piccolo con tutto quello che mi passa per la testa: pensieri, emozioni, preoccupazioni, sogni… non c’è una regola tutto quello che esce va bene e non serve nè rileggere nè conservare gli scritti. (Durata: 15/20 minuti circa).

– Finite le pagine del mattino, sempre sul mio bel quaderno, scrivo “i desideri“: un elenco di cose che desidero, dal bene per me stessa e la mia famiglia, al bene per il mondo intero, al raggiungimento di alcuni obiettivi, al risolvere situazioni in sospeso. In questo periodo sto applicando anche la pratica del Dalai Lama, e dei buddhisti in generale, che suggeriscono di augurare il bene a te, a qualcuno che ami, a qualcuno che ti è indifferente e anche a qualcuno che odi. (Durata: 5 minuti circa).

Dopo queste pratiche faccio colazione, mi lavo mi vesto ed esco. Se dovete andare al lavoro in ufficio potrebbe essere una buona idea andare a piedi o in bicicletta. Altrimenti si può ritagliarsi del tempo in pausa pranzo o alla fine del lavoro per fare attività fisica. Sarebbe consigliabile fare tutti i giorni una passeggiata di 45/60 minuti, se viene fatta al mattino ė meglio ma non necessariamente. Se non riuscite a fare la passeggiata, o in aggiunta ad essa, consiglio di fare 20 minuti (o più) di yoga alla sera prima di cena. Ci sono mille video su youtube anche piuttosto semplici da seguire. Io mi trovo bene con “Cocoiris”. 

Provate a iniziare così la giornata e vedrete che i risultati saranno molto veloci e vi sentirete nuovamente carichi di energia!

ecco il link ai 5 tibetani:

“ANNAFFIARE IL CUORE”, il libro del Blog, è disponibile su Amazon, clicca qui:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.